trova un evento

Cosa ti interessa?

Dove

Quando?


Dal 16 al 30 maggio 2018 | Legalità democratica

Tre campi a Bologna sui beni confiscati

Tre campi a Bologna sui beni confiscati

Sono tre i campi sui beni confiscati organizzati da Libera Bologna all'interno del cartellone nazionale E!state Liberi: oltre ai due campi rivolti ai ragazzi e alle ragazze delle scuole secondarie di I grado a Pieve di Cento e a Pianoro, quest’anno se n’è aggiunto un terzo, all’interno del cartellone nazionale dei campi, che si svolgerà a Bologna.

BENINFORMATI 9 - 15 luglio 2018
Bologna

Attraverso l'esperienza di “BenInformati” ci si propone di attivare una settimana dedicata allo studio e all’approfondimento della situazione dei beni confiscati, in particolare sul territorio di Bologna. Il lavoro si svilupperà attraverso la creazione di un video sulla situazione dei beni confiscati a Bologna, al quale si arriverà attraverso incontri di formazione, workshop di giornalismo, interviste e visite sul campo. 

Per info e iscrizioni: Beninformati 

ACCAMPIAMOCI! 25 giugno - 1 luglio 2018
Pianoro

L’idea del campo AcCampiamoci!, giunto alla sua seconda edizione, nasce dall’esigenza di strutturare e proporre esperienze d’impegno e formazione specificamente rivolte ai ragazzi e le ragazze frequentanti le scuole secondarie di primo grado.
Oltre al lavoro di riqualificazione, i laboratori, la formazione e gli incontri testimonianza, i campisti potranno sperimentarsi direttamente in attività di animazione culturale, allo scopo di coinvolgere i cittadini del Comune di Pianoro in un percorso di scoperta e valorizzazione del territorio. 

Per informazioni: Accampiamoci! 

OLTRE IL PONTE 11 - 17 giugno 2018
Pieve di Cento

La peculiarità del campo sta nel rivolgere l’impegno alla fascia di età tra gli 11 e i 14 anni delle scuole secondarie di I grado, credendo che la formazione dei più giovani sia un aspetto fondamentale su cui investire.
Come nelle edizioni precedenti, il campo “Oltre il Ponte” avrà come filo conduttore il legame fra le “vecchie” le “nuove” resistenze, fra la resistenza partigiana e la resistenza antimafia, come espressione di partecipazione e impegno civile. 

Per informazioni: Oltre il ponte 

Ti invitiamo a postare commenti attinenti all'argomento. La redazione si riserva il diritto di cancellare ogni commento ritenuto offensivo o inutile.
Tutti i campi sono obbligatori