trova un evento

Cosa ti interessa?

Dove

Quando?


3 maggio 2018 | Musica

Silent City: anche i Senzaspine nel progetto di Community Opera verso Matera 2019

Silent City: anche i Senzaspine nel progetto di Community Opera verso Matera 2019

Silent City è un esperimento unico italiano di Community Opera, una nuova avventura che coinvolge anche l’Orchestra Senzaspine. 

 
Silent City è un’Opera lirica scritta e composta con la Comunità, un’indagine artistica attorno al concetto di Silenzio in relazione all’abitare un luogo. Il progetto rientra nel programma ufficiale di eventi di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, coprodotto da Fondazione Matera Basilicata 2019 e dalla Compagnia Teatrale l’Albero che opera in Basilicata, diretta da Vania Cauzillo e Alessandra Maltempo, che sta sperimentando forme nuove di creazione artistica per i giovani ed i nuovi  pubblici dell’Opera. 
 
Per la creazione dell’Opera collettiva di Silent City, la Compagnia Teatrale L ‘Albero ha scelto prestigiosi partner artistici di cui sposa la visione sull’arte e sulla musica. L’Orchestra Senzaspine di Bologna, composta da musicisti under 35 e ormai nota per il progetto di riqualificazione urbana e culturale ‘Mercato Sonato’ di Bologna, sarà l’anello di congiunzione tra due eccellenze culturali: il capoluogo emiliano riconosciuto dall’Unesco Città Creativa della Musica e la città di Matera, insignita del prestigioso riconoscimento europeo. L’altro partner produttivo sarà Opera Circus, compagnia inglese di performings arts, diretta da Tina Ellen Lee, che a livello internazionale promuove, attraverso l’arte, i diritti umani, con particolare attenzione all’inclusione e all’uguaglianza sociale.
 
Il progetto vede tra i partner istituzionali UniversaMusica, con la supervisione del professore Dinko Fabris dell’Università degli Studi della Basilicata, il supporto all'internazionalizzazione delle ICC di Materahub e il lavoro sul territorio del Setticlavio, a supporto dell’innovazione dei metodi formativi musicali dell’infanzia. 
 
Il percorso è inedito: prevede il coinvolgimento attivo delle comunità informali che si sono avvicinate al progetto grazie a una relazione diretta con ognuna, dalle nuove generazioni alle famiglie, da giovani professionisti dell’urbanistica alle associazioni di quartiere che attivano il riallacciamento sociale a partire dalla memoria storica dell’unità di vicinato, caratteristico dell’abitare antico dei Sassi di Matera.
 
Il coinvolgimento vede una costante apertura del processo artistico in stretta collaborazione con professionisti che monitorano ognuna delle fasi di creazione dell’Opera; in tal modo sarà possibile sviluppare una produzione artistica secondo criteri di professionalità facilitando l’esperienza collettiva e facendo scoprire tutti i passaggi produttivi previsti.
 
Dopo la prima fase di ricerca drammaturgica e creazione collettiva, svoltasi a guida del drammaturgo Andrea Ciommiento, dal 7 maggio il compositore inglese Nigel Osbourne, pioniere nell’uso della musica per l’infanzia nei conflitti di guerra (di recente vincitore della British Composer Award Innovation in new music and influence and inspirational careers), Tommaso Ussardi, direttore dell’Orchestra Senzaspine e Ubah Cristina Ali Farah, librettista e poetessa italo-somala, condurranno la seconda fase di creazione collettiva della musica dell’Opera. 
 
Il progetto Silent City dedica una particolare attenzione al target dell'infanzia, un importante investimento culturale su quelle che diventeranno le generazioni del futuro. Partendo dalla comunità, il progetto mira a creare un modello di produzione completamente nuovo, grazie anche all’ausilio di un forte partenariato europeo che ha risposto in modo egregio a quella che è una domanda centrale per una Capitale Europea della Cultura, ovvero cosa Matera porta all’Europa e cosa l’Europa porta a Matera. Un partenariato a garanzia della qualità e dell’approfondimento internazionale di valori locali quali il silenzio e il vicinato, ma anche di una produzione che saprà trovare una distribuzione su tutto il territorio europeo".
 
Per info:
FB Orchestra Senzaspine
Sito Orchestra Senzaspine
Ti invitiamo a postare commenti attinenti all'argomento. La redazione si riserva il diritto di cancellare ogni commento ritenuto offensivo o inutile.
Tutti i campi sono obbligatori