trova un evento

Cosa ti interessa?

Dove

Quando?


17 ottobre 2020 | Politiche e diritti

Non è un paese per phrocie: manifestazione per una legge contro l'omotransfobia

Non è un paese per phrocie: manifestazione per una legge contro l'omotransfobia
Arci Bologna aderisce alla manifestazione nazionale per l'approvazione della legge contro l’omotransbilesbofobia. Sabato 17 ottobre saremo in Piazza del Nettuno dalle 13 alle 15 per la mobilitazione locale lanciata dal Cassero LGBTi Center. 
 
Un clima sociale di rabbia e lutto per le persone LGBTI+ in Italia, a poche settimane dall'uccisione di Maria Paola Gagliano, a seguito di un'aggressione misogina e transfobica da parte del fratello, ai danni suoi e del fidanzato Ciro Migliore, si torna a parlare della legge contro l'omolesbobitransfobia e la misoginia.
 
Il 20 ottobre presso la Camera dei Deputati si riprenderà il dibattito sulla legge. La proposta di legge dovrà affrontare due votazioni segrete sulle pregiudiziali di costituzionalità e un numero ancora imprecisato di votazioni su diversi emendamenti, che probabilmente verranno votati a scrutinio segreto, con tutti i rischi che ciò comporta, rischiando di indebolire la proposta di legge.
 
Abbiamo già vissuto esperienze in cui leggi volte a tutelare le persone LGBTI+ e le donne venivano impoverire e snaturate del tutto.
 
Coscienti di questo rischio e consapevoli del fatto che la realtà sociale italiana non è sicura per le persone LGBTI+, che rischiano l'isolamento e la violenza, senza una rete di supporto, sabato 17 ottobre in tutte le grandi città italiane scenderemo in piazza per mantenere alta l'attenzione dell'opinione pubblica sulla questione: il messaggio sarà che in Italia abbiamo bisogno di una legge efficace e che siamo determinat* a chiederla senza compromessi al ribasso, senza accettare gli insulti della destra e i deliri fondamentalisti, gli accordi fatti sulla nostra pelle che riportano il dibattito indietro.
 
Chiediamo a tutte di farlo insieme e di essere megafono in questa situazione che ancora una volta avrà una ripercussione sulle nostre vite. Come estensione della legge Mancino contro i crimini d'odio, questa legge riguarda molte e diverse soggettività minoritarie, quelle per motivi razziali, di genere, di orientamento. Uniamoci in un appello contro i discorsi d'odio che dilagano nel dibattito politico, un appello fatto con la presenza dei nostri corpi.
 
Scendiamo in piazza - con tutte le misure di prevenzione del covid19 - per un progresso giuridico che sia slancio per un progresso culturale. Perché non sarà una legge a tutelarci, sarà la battaglia che faremo per difendere la nostra dignità, il nostro diritto a vivere, a rivendicare le nostre identità fuori dalla norma.
 
Orario: 13.30 - 15.00
 
Luogo: Piazza del Nettuno
 
Aderiscono (in aggiornamento)
Arci Bologna
Centro delle donne di Bologna
Circolo UAAR Bologna
Famiglie Arcobaleno in Emilia Romagna e Marche
Frame Aps Bologna
GAY LEX
Il Grande Colibrì
Indie Pride
KOMOS - Coro LGBT di Bologna
MIT - Movimento Identità Trans
Plus
RED // Bologna
Rete degli Studenti Emilia-Romagna
Rete degli Universitari Bologna
Ti invitiamo a postare commenti attinenti all'argomento. La redazione si riserva il diritto di cancellare ogni commento ritenuto offensivo o inutile.
Tutti i campi sono obbligatori