trova un evento

Cosa ti interessa?

Dove

Quando?


22 marzo 2019 | Politiche e diritti

Mimmo Lucano a Bologna: le esperienze di Riace e Bologna si incontrano

Mimmo Lucano a Bologna: le esperienze di Riace e Bologna si incontrano

La rete “Bologna Accoglie” - alla quale aderiscono realtà associative, singole persone e organizzazioni della società civile -  si è mobilitata in questi mesi per contrastare la deriva razzista e fascista che sta attraversando il nostro Paese e che sta producendo leggi ingiuste e discriminatorie come il Decreto Salvini. 

 
Un Decreto che viola i diritti costituzionalmente riconosciuti e smantella, anche sul nostro territorio, quel patrimonio di solidarietà e integrazione che ha sempre contraddistinto la Città Metropolitana di Bologna. Non da ultimo, il Decreto cancella il sistema Sprar eliminando la protezione umanitaria che ha rappresentato l’unico canale di regolarizzazione e integrazione dei richiedenti asilo, migliaia di uomini e donne che rischiano di essere espulsi da ogni forma di sostegno, tutela e regolarizzazione.
 
Nel Decreto, inoltre, si mette in serio rischio il lavoro degli operatori del settore dell’accoglienza e dell’integrazione, mentre crediamo occorra salvaguardare il patrimonio straordinario di professionalità, competenza e impegno sociale di cui sono portatori i lavoratori e le lavoratrici che operano nel nostro territorio.
 
Per queste ragioni abbiamo scelto di far sentire la voce della Bologna e dell’Italia che accoglie invitando nella nostra città Domenico Lucano, Sindaco di Riace, paese simbolo di un modello di accoglienza e integrazione studiato e riconosciuto a livello nazionale e internazionale.
L’invito a Domenico Lucano è un segnale che consideriamo importante per rilanciare quella forte tradizione di solidarietà e di difesa dei diritti dei più deboli propria di questa terra. Con il sindaco di Riace, con i migranti, con le lavoratrici e i lavoratori, con le associazioni, i gruppi, le famiglie e i singoli cittadini che in questi anni hanno contribuito a realizzare uno straordinario lavoro di accoglienza e di integrazione, intendiamo contrastare la barbarie politica e culturale che sta attraversando il nostro paese.
 
Il sindaco Lucano ha accettato l’invito e sarà nella nostra città il 22 e 23 febbraio (ATTENZIONE: EVENTO RiMANDATO A DATA DA DESTINARSI); in questa occasione riceverà la cittadinanza onoraria proposta in un Odg approvato dal consiglio comunale. 
Nel corso dei due giorni di permanenza di Lucano in città, si terranno numerosi incontri ed iniziative rivolte ad approfondire i temi legati alle migrazioni, mettendo a confronto e in dialogo l’esperienza di Riace insieme a quelle realizzate sul nostro territorio. 
 
Il Comune e la Città Metropolitana sono le istituzioni investite della responsabilità diretta dell’accoglienza e finora Bologna si è distinta per l’efficacia della gestione ma  occorre che questa efficacia non si disperda.
Per questo  “Bologna accoglie” ha predisposto alcuni punti da discutere (leggi le proposte) in un prossimo incontro con il sindaco Merola, con l’auspicio che anche la nostra città si adoperi concretamente e si metta da subito in rete con le città italiane che hanno già espresso la volontà di disapplicare alcune norme contenute nel decreto.
 
 
Rete Bologna Accoglie
Ti invitiamo a postare commenti attinenti all'argomento. La redazione si riserva il diritto di cancellare ogni commento ritenuto offensivo o inutile.
Tutti i campi sono obbligatori