trova un evento

Cosa ti interessa?

Dove

Quando?


14 aprile 2018 |

Congresso Arci Bologna 2018 | Il futuro è uno spazio da inventare

Congresso Arci Bologna 2018 | Il futuro è uno spazio da inventare

Si terrà sabato 14 Aprile, a partire dalle 9.30, nella Palestra Popolare Gino Milli del Circolo Arci Guernelli di via Gandusio 6, il Congresso dell’Arci Bologna dal titolo “Il futuro è uno spazio da inventare. Luoghi, relazioni e percorsi nella città che cambia”. 

 
L’appuntamento vedrà la partecipazione dei rappresentanti di 121 Circoli e circa 65mila soci e socie di Bologna e dell’area metropolitana chiamati a discutere dei principali temi di carattere politico, culturale e sociale emersi dalle basi associative nei mesi di preparazione al Congresso. I delegati eleggeranno il nuovo gruppo dirigente dell’Arci Bologna. 

L’appuntamento di sabato sarà inoltre particolarmente importante per l’elezione del successore del Presidente uscente Stefano Brugnara. 
 
Durante la giornata interverranno, oltre alle delegate e ai delegati, il Sindaco di Bologna Virginio Merola, la Presidente nazionale dell’Arci Francesca Chiavacci, e diversi rappresentanti di Istituzioni cittadine, sindacati, movimenti e associazioni.
 
Il Congresso è il momento in cui l’Associazione vuole rivolgersi alla città, oltre che per rendere conto delle tante iniziative e dei progetti sviluppati dall’associazione in questi anni, per condividere una riflessione su nuove parole, nuovi percorsi e nuovi spazi per pensare insieme il futuro. 
 
Il contesto culturale attuale, prima ancora che quello politico, rende urgente ricostruire un pensiero nuovo, articolato e condiviso per contrastare rassegnazione, indifferenza e rabbia, brodo di coltura ideale per l’avanzata del razzismo e di nuove forme di fascismo. 
Si tratta di una sfida impegnativa che è possibile vincere solo ripartendo dai fondamentali, ripensando pratiche e linguaggi con coraggio e senza schemi precostituiti. Perché il futuro per l’Arci è davvero uno spazio da inventare, un luogo da costruire vivendo i territori nella loro autentica complessità, tessendo relazioni e promuovendo il protagonismo di soci e cittadini.
Ti invitiamo a postare commenti attinenti all'argomento. La redazione si riserva il diritto di cancellare ogni commento ritenuto offensivo o inutile.
Tutti i campi sono obbligatori